Dove siamo

Riad Le Coq Fou
44, Derb Assabane – Marrakech Medina
Tel: +212 524 389839 – Housekeeper:
e-mail: eliriad@gmail.com

Riad Le Coq Berbère
37, Derb Assabane – Marrakech Medina
Tel: +212 524 384057
e-mail: eliriad@gmail.com
Housekeeper: BACHIR Tel. +212 666 410323

Come raggiungere il Riad

Con il taxi arrivare a Place Riad Laarouss (si pronuncia laaroos) e all’angolo con la Pharmacie Populaire imboccare a piedi la via Riad Laarouss.
Procedere per circa 150 mt e sulla destra troverete Derb Assabane. Il Coq Fou è al n° 44, il Coq Berbère al n° 37.
Altrimenti disponiamo di una navetta che dall’aereoporto può condurvi al riad per un costo totale di 15€ fino a 5 persone (18€ fino a 7/8 persone).

Contatti

* Campi richiesti

I dati inseriti in questo modulo saranno utilizzati al solo scopo di fornire le informazioni richieste e saranno soggetti al massimo riserbo, in piena ottemperanza della normativa vigente sulla privacy, e quindi non potranno essere divulgati a terzi senza esplicito consenso dell’interessato.


Trasferimenti dall’aeroporto

I trasferimenti dall’aeroporto di Marrakech fino al Riad (place RIAD LAAROUSS) fino a 5 persone costa 15€ (18€ durante la notte), da 5 persone in sù 18€
Con il taxi arrivare a Place Riad Laarouss (si pronuncia laaroos) e all’angolo con la Pharmacie Populaire imboccare a piedi la via Riad Laarouss.
Procedere per circa 150 mt e sulla destra troverete Derb Assabane. Il Coq Fou è al n° 44, il Coq Berbère al n° 37.Altrimenti disponiamo di una navetta che dall’aereoporto può condurvi al riad per un costo totale di 15€ fino a 4 persone (18€ fino a 7 persone). (25€ durante la notte).
Oltre la quarta notte di soggiorno al Riad, un trasferimento da/o per l’aeroporto è gratuito.
Il trasferimento dall’aeroporto di Casablanca al Riad (con minibus a 7 posti con aria condizionata) costa 110€ per tutto il minibus.

Come raggiungere la Piazza Jem El Fna

La Piazza, dunque. Per raggiungerla dal riad bisogna uscire dal vicolo e sullo slargo, girare a destra sulla via Sidi Abdel Aziz. Sulla vostra sinistra, dopo una ventina di metri, la latteria Ouzoud, con l’insegna della vacca che ride, dove si può gustare un ottimo yoghurt al pistacchio per meno di un euro. Proseguendo per circa 200 metri si arriva ad una piazzetta con alcune botteghe di ebanisti sulla destra.
Dovete procedere oltrepassando il portale di destra, costeggiando il mausoleo di Sidi Abdel Azz, uno dei 7 santi patroni di Marrakech. E’ luogo interdetto ai non musulmani, ma è consentito sbirciarne l’interno attraverso le grate generalmente aperte. Sullo slargo c’è un negozietto di artigianato africano tra i più forniti della medina. Proseguite seguendo la strada che per un centinaio di metri è coperta da un incannucciato fino ad arrivare all’incrocio con a destra la strada per Dar El Bacha, la più importante via degli antiquari.
Tirate sempre dritto e superati due piccoli archi, siete su Rue de Mouassine.
Subito a sinistra c’ è un negozietto di gioielli tuareg che si chiama Samadarmazanat, che ha alcuni pezzi antichi, e subito dopo la minuscola Galerie Le Coeur Blanc, con quadrucci carini e meno banali di quelli esposti un po’ ovunque. Ancora un centinaio di metri e avete sulla sinistra il Cafè Arabe, un indirizzo tra i più conosciuti della medina, di fronte al qualec’è il bazar la Fontaine, con ampia scelta di ceramiche, fontane, lanterne e oggetti in ferro battuto e per la casa che spediscono anche in Italia.
Se invece vi interessano capi d’abbigliamento, borse, collane, sandali e babouches che uniscono tradizione e modernità, nello stesso negozio a 2 piani, troverete Aziz, il fantasioso e simpaticissimo autore di questi articoli. Procedendo, la strada prima di arrivare alla fontana Mouassine, è coperta da una volta a doghe di legno. Sulla piazzetta girate a destra, sotto un altro arco.
Qui, se siete appassionati di vecchie affiches pubblicitarie di latta, sarete senz’altro attratti da un minuscolo negozietto che ne ha in abbondanza.
I prezzi sono alti, ma vale la pena provare. Da qui in avanti girando a sinistra dopo circa 20 mt. , siete nel cuore del suq e cominciate a sentire il respiro della Piazza. Non vi resta che seguire la folla. Se siete tra coloro che non sanno proprio resistere alla tentazione di tornare a casa con un tappeto, vi segnaliamo, tra i tantissimi un indirizzo che trovate dopo aver superato il chioschetto della Fnaque Berbere, una libreria con i mitici volumi ACR degli orientalisti. Il negozio si chiama Art Akhnif, al numero 6 di Fhal chidmi Mouassine, e lo segnaliamo per i prezzi onesti, la qualità dei tappeti e, last but not least, la disponibilità e gentilezza del suo proprietario, Mubarak, che vi tratterà ancora meglio se gli direte che avete letto di lui sul sito dei nostri riad.